Blog e News

Come affrontare il rientro dalle vacanze: 5 consigli per tornare a lavoro più carichi che mai!

VENERDÌ 16 AGOSTO 2019 | Lascia un commento
Foto Come affrontare il rientro dalle vacanze: 5 consigli per tornare a lavoro più carichi che mai!
Scritto da Stefania Pili

Vacanze finite? Ferie che lentamente iniziano a svanire nei meandri dei vostri pensieri? Ebbene sì, il rientro a lavoro dopo le vacanze trascorse tra mare, montagna o in giro per il mondo è sempre traumatico e difficile, ma non solo per chi ha un capo che lo aspetta. Tanti sono gli studenti che devono rimettersi in carreggiata per prepararsi agli esami universitari o, per quelli ancora al liceo e istituti tecnici, recuperare qualche debito scolastico. Anche per chi cerca lavoro, il lasso di tempo tra fine agosto e inizio settembre risulta essere il periodo ideale per rimboccarsi le maniche, preparare un curriculum vitae, una lettera di presentazione e fare colpo sui recruiters.

 

Leggi anche: “come scrivere una lettera di presentazione e distinguerti in maniera efficace e creativa

 

Ma a cosa si riferisce questo famoso “trauma da rientro”? È definito da molti esperti come la sindrome più comune che colpisce chi termina le ferie o comunque, chi subisce in modo drammatico la fine dell’estate. Si inizia a percepire già qualche giorno prima del rientro effettivo alla vita di tutti i giorni e aumenta pian piano fino al fatidico giorno. Tornare alla scrivania e dedicarsi alle proprie responsabilità è come immergersi nuovamente nella realtà: tutto ciò, di conseguenza, può far scaturire ansia, stress, nervosismo, spossatezza e insonnia, sintomi derivati dal cambio di ritmi e abitudini quotidiane. Insomma, il lunedì più lunedì di tutti! Forza e coraggio ragazzi, siamo qua per darvi una mano a superare questo piccolo trauma! 

Ecco quindi i 5 consigli per affrontare il rientro dalle vacanze e tornare al lavoro o allo studio con meno ansia e stress:

 

  • Metti in ordine la scrivania prima di iniziare: riordinare tutto il materiale sopra la tua postazione (relativo sia allo studio che al lavoro) è fondamentale per tornare al proprio equilibrio e ritrovare il fulcro della produttività. Numerosi studi hanno evidenziato come uno spazio di lavoro ordinato aiuti a riacquistare la concentrazione e la giusta attenzione. Un consiglio è di porre sulla scrivania anche una pianta anti-stress che purifichi l’aria, come la Tillandsia: non ha bisogno di terriccio poiché si nutre di energia elettromagnetica e filtra l’umidità dall’atmosfera tramite le sue foglie. Risultato? La negatività viene assorbita (anche dagli apparecchi elettrici) e lo stress viene allontanato.

 

  • Crea una lista delle priorità: tra e-mail accumulate e le prime telefonate, non è facile capire a chi e cosa dare precedenza. Per chi deve tornare in ufficio l’ideale sarebbe filtrare i messaggi ricevuti in base al livello di importanza e al mittente: prenditi tempo per controllarli e rispondere, da quelli più urgenti a quelli che possono aspettare ancora qualche ora o giorno, l’importante è non rinviare a lungo. Per chi si rimette tra i libri o cerca lavoro, l’ideale è prendersi del tempo per ingranare, magari creando una scaletta dei paragrafi da studiare durante la settimana (senza esagerare) o per chi, si impegna cercare opportunità di lavoro, pensare a scrivere una bozza di presentazione e stabilire cosa sia meglio inserire nel curriculum vitae.

 

  • Vai piano, prenditi delle pause: tra la sveglia traumatica della mattina e il dover stare di nuovo di fronte al pc non è certo facile riprendere i ritmi frenetici quotidiani. Non bisogna partire in quarta, al contrario, prenderla con calma per non subire troppo il colpo. Prenditi del tempo per assimilare il cambiamento con una pausa caffè, con una chiacchierata tra i colleghi o con un buon libro per staccare la mente. Vedrai che il tutto prenderà una piega decisamente più positiva. 

 

  • Pensa positivo e dedica del tempo per te stesso: evita di lamentarti, non cadere nell’inutile spirale della negatività. Cerca di ritagliarti del tempo per te stesso, specialmente nelle prime settimane del rientro. Prova magari con un weekend fuori, un massaggio, una seduta di bellezza, insomma, qualcosa che ti faccia star bene e cerchi di ammorbidire il distacco tra vacanza e responsabilità. Pianificare e avere un obiettivo piacevole nel breve termine sarà un ottimo strumento per ritrovare il buonumore; in questo modo la mente si abituerà più facilmente e il rientro sarà certamente meno drammatico.

 

  • Fai sport e cura l’alimentazione: uno stile di vita equilibrato aiuta il miglioramento delle prestazioni e dello stato d’animo. L’ideale sarebbe praticare attività fisica almeno venti minuti al giorno, riuscendo ad abbassare drasticamente i livelli di stress e ansia. Meglio ancora se l’esercizio viene associato a una corretta alimentazione: inizia la giornata con una sostanziosa colazione, bevi molta acqua, riduci la caffeina e dai spazio a cibi sani e nutrienti ricchi di vitamine, Omega 3, Magnesio, Selenio, Zinco e Ferro. Le performance miglioreranno così come l’energia, la memoria e la concentrazione.

 

Ti potrebbe interessare anche: “la dieta del lavoratore: i consigli per un rendimento migliore con una corretta alimentazione

 

Continua seguire il Blog di App Lavoro per tante altre news e consigli dal mondo del lavoro. Per ora non ci resta che augurarvi un buon e sereno rientro a lavoro!

LinkedIn
Whatsapp
LASCIA UN COMMENTO
Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità alle vigenti norme sulla privacy. Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy
INVIA COMMENTO