Registrati ed unisciti ai tantissimi lavoratori che stanno già ricevendo contatti dalle aziende
REGISTRATI
Blog e News

Bonus 200 euro per i lavoratori autonomi: al via le domande

LUNEDÌ 26 SETTEMBRE 2022 | Lascia un commento
Foto Bonus 200 euro per i lavoratori autonomi: al via le domande
Scritto da Stefania Pili
Dalle ore 12:00 di lunedì 26 settembre si potrà inviare la richiesta per ottenere l'indennità una tantum destinata ai lavoratori autonomi e agli iscritti alle Casse obbligatorie di previdenza.

 

Bonus 200 euro per i lavoratori autonomi: al via le domande. Le istanze possono essere inviate sul sito dell'Inps dai lavoratori autonomi iscritti all’Inps e dai professionisti associati alle Casse di previdenza private. Si tratta di un contributo economico pensato per far fronte al caro-vita. Come nel caso delle altre categorie di lavoratori e pensionati, resta il limite di reddito di 35mila euro nel 2021.

 

Leggi anche: “Bonus 150 euro per dipendenti e pensionati: come funziona

A chi è destinato il bonus 200 euro

I lavoratori dipendenti, i pensionati e i titolari di Reddito di Cittadinanza hanno già ricevuto il bonus a luglio. Ora, invece, il bonus può essere richiesto anche dai lavoratori autonomi occasionali, dai stagionali, ai co.co.co, dai lavoratori dello spettacolo, del settore agricolo, e da coloro che effettuano vendite a domicilio con partita IVA, ma anche dai lavoratori domestici assicurati presso la Gestione dei lavoratori domestici dell’Inps, appartenenti alle categorie individuate dal vigente CCNL che prevede le funzioni prevalenti dei collaboratori familiari e degli assistenti alla persona non autosufficiente.

Per ricevere il bonus 200 euro, le categorie appena citate devono essere in possesso di almeno un rapporto attivo alla data del 18 maggio 2022, un reddito 2021 non superiore a 35mila euro e non devono essere titolari (al momento della presentazione della domanda) di altra attività di lavoro dipendente o di pensione. I contratti considerati saranno tutti quelli già in essere alla data di entrata in vigore del decreto (18 maggio 2022) o la cui instaurazione non sia stata respinta.

Il conteggio del limite di reddito viene fatto su base mensile, pertanto il reddito imponibile ai fini fiscali non deve superare i 2.692 euro per tredici mensilità. Sono esclusi quindi coloro che ricevono mensilità aggiuntive e che ripartite su 13 stipendi superino il limite dei 2.692 euro. Se ci fosse un aumento di stipendio, il lavoratore sarà tenuto a conguagliare il bonus nella dichiarazione dei redditi, restituendolo.

I 200 euro non verranno considerati reddito a fini fiscali. L’importo del bonus non è cedibile, sequestrabile o pignorabile e spetta sola volta.

Come fare domanda per il bonus 200 euro

La domanda deve essere presentata per via telematica sul sito dell'Inps e casse previdenziali, alla quale dovrà essere allegata una copia del documento d’identità in corso di validità e del codice fiscale, oltre che delle coordinate bancarie o postali per l’accredito dei 200 euro. Le erogazioni partiranno ufficialmente in ordine cronologico dalle ore 12 del 26 settembre 2022 e ci sarà tempo fino al 30 novembre.

Si stima che saranno circa tre milioni i liberi professionisti che avranno diritto al Bonus 200 euro, inclusi almeno 146mila avvocati (su un totale di circa 243.000 legali iscritti alla Cassa forense), 973mila commercianti, 859mila artigiani, 477mila iscritti alle casse professionali, 430mila coltivatori diretti, mezzadri e coloni e 261mila professionisti esclusivi.

 

Consulta anche: “Bonus mamme disoccupate: requisiti e beneficiari



LinkedIn
Whatsapp
LASCIA UN COMMENTO
Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità alle vigenti norme sulla privacy. Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy
INVIA COMMENTO