Blog e News

Come affrontare i problemi sul lavoro con meno stress e più leggerezza

GIOVEDÌ 10 OTTOBRE 2019 | Lascia un commento
Foto Come affrontare i problemi sul lavoro con meno stress e più leggerezza
Scritto da Stefania Pili

Ogni giorno migliaia di lavoratori si scontrano con problemi di svariata natura. Molte di queste preoccupazioni sono scaturite perlopiù da incomprensioni con i colleghi o con il capo, insoddisfazione relativa a ciò che si fa, precarietà o stipendi non adeguati. Tutto questo genera dei problemi sul lavoro che vanno a ripercuotersi in maniera imprenscindibile sulle condizioni mentali e fisiche dell’impiegato. Parliamo ad esempio di ansia e stress che mettono a dura prova la quotidianità, anche nelle più piccole cose. 

Non possiamo negare che la realtà i cui siamo immersi spesso non facilita il buon andamento delle cose; la tecnologia con la quale ci approcciamo ogni giorno ormai invade tutto, dalla sfera privata a quella prettamente professionale, e questo da una parte può facilitare sì il lavoro ma dall’altra può anche creare chiusura e dialogo limitato con chi condividiamo l’ufficio. Di conseguenza, la frustrazione potrebbe sopraggiungere inesorabilmente. In questi casi, bisogna avere la forza di reagire, rialzarsi e non farsi schiacciare: facile a dirsi, starete pensando, ma alternative differenti purtroppo non ne esistono e, forse, è proprio per questo che risulta essere la strada più complicata da imboccare. 

 

Ti potrebbe interessare anche: “Avere successo sul lavoro: alcuni consigli per migliorare anche a livello personale

E non parliamo solamente di lavori che non piacciono abbastanza, più volte capita che, anche svolgendo il lavoro dei propri sogni, ci si senta comunque stanchi, fuori forma e insoddisfatti. In questo caso entra in gioco un’altra importante soluzione che va braccetto con quella citata in precedenza: essere capaci di gestire le situazioni. Pertanto… come saper gestire al meglio i problemi sul lavoro? Cerchiamo di fare chiarezza. 

Innanzitutto, dovete essere consapevoli che è normale, ma soprattutto umano, avere problemi sul lavoro. La differenza sostanziale è che ognuno li vive in modo diverso, alcuni interiorizzando tutto, altri cercando possibili vie di fuga. 

Cerchiamo quindi di individuare alcuni capisaldi di questo discorso. Per esempio:

 

  • Oltre al lavoro c’è altro: ci spieghiamo meglio. Il lavoro è fondamentale per la nostre vite ma, se impiegate le giornate unicamente a lavorare, senza pensare che fuori c’è un mondo da esplorare e vivere, state già sbagliando in partenza. Distrarsi è indispensabile per vedere le cose nella giusta prospettiva e consentirvi una migliore qualità della vita in salute e benessere psicofisico; 

 

  • Gestire meglio gli impegni e delegare: quando il carico di lavoro non finisce più e anche a casa dovete pensare a migliaia di cose diverse, cercate di farvi aiutare da una persona fidata (in entrambi i casi). Dovete imparare a essere meno perfezionisti e mettere da parte la paura di chiedere una mano, per quanto possibile;

 

  • Parlare con il responsabile: nel momento in cui vi ritrovate in una situazione di profondo disagio e non sapete più come migliorare la situazione, provate a comunicare tutto al vostro superiore, dichiarando cosa non va (turni estenuanti, troppi straordinari) e che questo va a minare la vostra produttività. Capire la situazione è un vostro diritto quindi non abbiate timore: se si tratta di una persona comprensiva e intelligente, cercherà di risolvere il problema andando a migliorare anche i possibili disagi altrui; 

 

  • Affrontare i colleghi con sincerità: se in ufficio è presente qualcuno che mina la vostra serenità con atteggiamenti poco cordiali, magari escludendovi dalla vita del gruppo, cercate di capire se la persona in questione è così nella vita di tutti i giorni o se può essere un’impressione sbagliata. Risolvete il dilemma parlandoci in privato affrontando il problema in maniera diretta ma sincera, senza risultare aggressivi e pronti a giudicare. In questo modo potrete magari scoprire di aver interpretato male la situazione, permettendo un rapporto più limpido e onesto.

Queste sono in linea generale le azioni concrete che vi consigliamo di prendere in considerazione; oltre a queste, è fondamentale adottare anche un modello di comportamento che dia poi la benzina al vostro motore: in due parole, essere positivi! Lasciate quindi da parte la negatività e focalizzatevi sull’equilibrio da costruire tra lavoro e vita privata. Viceversa, se dovesse mancare la base della fiducia in voi stessi e nelle vostre potenzialità, aumenterebbe sicuramente lo stress e l’affaticamento complessivo. Dovete anche imparare a non farvi risucchiare dagli eventi negativi, a dargli il giusto peso, e a considerare che gli errori e le difficoltà con i quali andate talvolta a scontrarvi, non sono altro che preziose opportunità per crescere e sviluppare nuove consapevolezze. 

C’è sempre una soluzione a tutto, basta metterci sempre impegno e passione, cercando anche di abbandonare la cattiva abitudine di volere tutto sotto controllo. Se i problemi sul lavoro dovessero persistere, anche dopo i tentativi di dialogo con capo e colleghi, vuol dire che quello, probabilmente, non è il posto adatto per voi. Spesso pensiamo di perdere l’occasione della vita, di non trovare nulla di meglio come alternativa, ma fidatevi, questo non è affatto vero. Fuori c’è un mondo ricco di opportunità, senz’altro migliori e più appaganti. Potrete scoprire davvero una nuova felicità, un nuovo modo di vivere le giornate, una serenità e un’energia che potrebbero davvero cambiarvi la vita. Non abbiate timore di affrontare le vostre paure e buttatevi in nuove avventure ed esperienze. D’altronde, perché continuare a soffrire inutilmente intrappolati nelle vostre insicurezze? In certi casi “l’ignoto” e il ritrovarsi improvvisamente smarriti, può veramente rivelarvi col tempo la strada più giusta!

 

Leggi anche: “Cambiare lavoro è davvero possibile? I consigli per cambiare rotta e rinnovarsi

 

LinkedIn
Whatsapp
LASCIA UN COMMENTO
Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità alle vigenti norme sulla privacy. Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy
INVIA COMMENTO