Registrati e mostra il tuo profilo alle aziende in cerca di nuovi collaboratori
REGISTRATI
Blog e News

Cosa fa e quanto guadagna il naturopata

MERCOLEDÌ 24 NOVEMBRE 2021 | Lascia un commento
Foto Cosa fa e quanto guadagna il naturopata
Scritto da Stefania Pili

Descrizione del lavoro da naturopata

Il naturopata è una figura professionale esperta in medicina alternativa, ovvero, in trattamenti e rimedi naturali complementari rispetto alle terapie della medicina occidentale ufficiale, che possono aiutare i pazienti a riattivare la "forza vitale" dell'organismo e fornire supporto nella lotta alle malattie.

La naturopatia è un insieme di pratiche basata sulla forza curativa della natura (vis medicatrix naturae), il potere di auto-guarigione dell'organismo.

 

Derivazione di “naturopata”

Partendo dall'etimologia inglese, il significato della parola naturopatia è "sentiero naturale" – Nature's path; dal greco, accostato alla parola Pathos, invece, l'interpretazione può essere "sentire secondo natura ".

 

Cosa fa il naturopata - compiti e mansioni

Il naturopata cerca di migliorare lo stato di salute e il benessere psicofisico dei propri clienti, ricorrendo a tecniche della medicina tradizionale cinese, alla riflessologia, all'omeopatia, all'iridologia, alla fitoterapia, oligoterapia, osteopatia, kinesiologia, ma anche ai principi dell'alimentazione naturale. Tutte queste pratiche non sono riconosciute dalla medicina ufficiale. L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha però ammesso la possibilità di utilizzare metodi alternativi e complementari non invasivi a supporto della medicina allopatica.

Il naturopata riceve i propri clienti e fornisce consulenza sul ricorso a rimedi naturali per migliorare lo stato di salute generale, stimolare le proprie capacità di autoguarigione e ristabilire l'equilibrio psico-fisico.

Più nello specifico, valuta lo stato di salute del cliente ed eventuali squilibri energetici, somministra rimedi naturali e terapie olistiche e fornisce supporto a pazienti sottoposti terapie medico-chirurgiche, tramite la medicina complementare.

Inoltre, verifica l’efficacia dei trattamenti naturali, educa il cliente alla cura di sé, propone abitudini alimentari e stili di vita equilibrati, "secondo natura", per prevenire l'insorgere di malattie e favorire il benessere psicofisico.

 

Come diventare naturopata – requisiti e formazione

Il naturopata deve frequentare una scuola di specializzazione in naturopatia, generalmente erogati da enti privati, a cui si può accedere anche senza particolari titolo di studio. Anche una laurea in scienze erboristiche, nutrizione, psicologia, biologia, scienze infermieristiche, medicina o farmacia può tuttavia essere utile.

Le scuole devono essere accreditate dalle principali associazioni professionali di categoria: ad esempio in Italia la FNNP - Federazione Nazionale Naturopati Professionisti o la A.I.N. - Associazione Italiana per la Naturopatia.

Le materie principali sono: anatomia, fisiologia, biochimica, igiene, patologia, tecniche e terapie naturali, che possono variare a seconda dell'indirizzo specifico di ciascuna scuola (iridologia, erboristeria e fitoterapia, floriterapia di Bach, riflessologia plantare, kinesiologia, idrotermofangoterapia, agopuntura, massaggio olistico, idrocolonterapia, medicina ayurvedica e alimentazione naturale e altri).

Competenze del naturopata

Il naturopata deve avere una conoscenza teorica e pratica dei metodi bio-naturali della medicina alternativa, delle interazioni tra piante, alimenti e farmaci, di pratiche per la cura di sé e del benessere psicofisico e della legislazione che regola la naturopatia e del codice di etica professionale.

Completano il profilo spiccate doti comunicative e di ascolto, atteggiamento empatico e positivo, capacità organizzative e predisposizione all'aggiornamento continuo.

 

Opportunità lavorative e carriera del naturopata

Dopo aver frequentato un corso di naturopatia, aver superato l’esame finale e aver ricevuto la qualifica professionale, un naturopata può iniziare a esercitare la libera professione tramite collaborazioni con altri professionisti del benessere psico-fisico, con centri wellness e con case editrici e media del settore.

Ci si può specializzare anche frequentando corsi avanzati e master per diventare esperti di fitoterapia, di naturopatia per animali, di Feng Shui (l'architettura per il benessere).

Con le giuste qualifiche e con anni di esperienza si può anche diventare insegnanti di naturopatia, fare ricerca e favorire lo sviluppo della disciplina.

 

Stipendio medio del naturopata

Lo stipendio medio è di 1.350 euro netti al mese (circa 24.300 euro lordi all'anno). La retribuzione può partire da uno stipendio minimo di 700 euro netti al mese, mentre lo stipendio massimo può superare i 2.000 euro netti al mese.

 

Buoni motivi per lavorare come naturopata

Una professione ideale per hi nutre passione per la medicina alternativa e desidera aiutare le persone a ritrovare il proprio equilibrio psicofisico attraverso tecniche naturali.

Le prospettive di lavoro sono positive vista la domanda crescente di persone che desiderano avere un consulto per problemi di vario tipo: dai disturbi intestinali, alle allergie, all'insonnia, al mal di testa.



LinkedIn
Whatsapp
LASCIA UN COMMENTO
Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità alle vigenti norme sulla privacy. Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy
INVIA COMMENTO