Registrati ed unisciti ai tantissimi lavoratori che stanno già ricevendo contatti dalle aziende
REGISTRATI
Blog e News

Il fallimento nel lavoro? Impara a conviverci e a sfruttarlo come opportunità di crescita

VENERDÌ 18 SETTEMBRE 2020 | Lascia un commento
Foto Il fallimento nel lavoro? Impara a conviverci e a sfruttarlo come opportunità di crescita
Scritto da Stefania Pili

Errorifallimenti, sogni e speranze che sembrano svanire nel nulla. Sarà capitato alla maggior parte di voi di sbagliare ed essere paralizzati dalla paura di sbagliare nuovamente, credendo che tutto sia finito, che il vostro percorso professionale sia ormai giunto al termine. Se vi sentite bloccati in questa situazione, in attesa che qualcosa possa migliorare senza far nulla, lasciatevelo dire: questa non è di certo la soluzione ai vostri problemi. Continuare a vivere nella perenne frustrazione di non trovare un nuovo lavoro o di non riuscire a continuare serenamente, oltre che sbagliato è anche inutile. Bisogna accettare gli insuccessi e prendere coscienza dei propri errori, oltre che comprendere che il fallimento è un passaggio ordinario nella vita di tutti, che può essere trasformato in un'importante occasione di crescita umana e professionale.

 

Leggi anche: “I fallimenti più famosi che hanno poi portato al successo – prima parte

 

Il fallimento come requisito del successo

Soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire”.
(Paulo Coelho)

L'errore deve essere visto come un percorso alternativo pieno di nuove opportunità da cogliere. Francesca Corrado, economista, ricercatrice e ideatrice della prima “Scuola di fallimento”, progetto formativo dove si insegna a sfruttare i propri sbagli, sdrammatizzarli e considerali come occasioni di crescita, in un'intervista a Repubblica, spiega: “Il successo? In realtà, è la somma di tutti i nostri fallimenti". Lo slogan scelto per descrivere il progetto è, infatti: “Osa perdere per vincere”.

È normale sbagliare, è un concetto che sentiamo fin dall'infanzia, dopo che inciampiamo, che impariamo ad andare in bicicletta o a parlare. “Sbagliando s'impara” ci dicono, sì, ma allora perché da adulti tendiamo a considerare un errore la fine del mondo e a viverlo come un fallimento sociale? La causa, probabilmente, è da ricercare nella società e nella sua spasmodica ricerca della perfezione, nel lavoro, nella vita privata, nell'aspetto estetico e via dicendo. Francesca Corrado spiega: “Se viviamo il fallimento come un vicolo cieco, è naturale provare frustrazione, ansia, paura e immobilismo, se invece accettiamo l'errore come elemento naturale di una vita complessa e come un viaggio alla scoperta di sé, dei propri limiti e dei propri talenti allora daremo un giusto peso al fallimento e magari un giorno leggeremo sui dizionari una diversa definizione di fallimento, come percorso alternativo per cogliere una nuova opportunità”.

Il fallimento è da considerare come un'alternativa e, allo stesso tempo, un requisito del successo. Per avere successo nelle sfide quotidiane le sconfitte, spesso, valgono più delle vittorie.

Consulta anche: “Avere successo sul lavoro: alcuni consigli per migliorare anche a livello personale

 

Come superare gli ostacoli e ricominciare

Per riuscire a superare i fallimenti, i problemi, insieme allo stress e alla frustrazione che ne derivano, occorre tenacia, impegno e voglia di andare avanti. Gli errori fanno parte della vita, lo sappiamo, ma allora perché siamo così tanto colti di sorpresa dagli ostacoli? A prescindere dalla diversa personalità di ognuno, bisogna sempre rinunciare all'atteggiamento da vittima e guardare le le avversità come opportunità per crescere sia nella vita che nel lavoro. Non c'è un tempo prestabilito per riprendersi, ci possono essere dei ritardi nel raggiungimento degli obiettivi, ma una cosa è certa: i problemi non devono schiacciarvi, devono insegnarvi qualcosa per affrontare la vita con più consapevolezza.

 

Ecco 5 consigli per imparare a convivere con i fallimenti nel lavoro e sfruttarli come opportunità di crescita.

 

  • Cambia il tuo schema mentale: sforzati di guardare il tutto da una prospettiva differente rispetto a quella per cui ti senti bloccato. Ascolta con più attenzione i tuoi pensieri e prova a trasformare quelli negativi in positivi. Inoltre, è fondamentale convivere in una realtà dove successo e fallimento non si escludono a vicenda: non esiste un bivio, il percorso verso il successo è fatto anche di ostacoli, sta a voi esserne consapevoli.
  • Fissa i tuoi obiettivi, anche quelli negativi: non bisogna mai perdere di vista la propria missione, sia personale che professionale. Riscrivila, aggiornala, l'importante è definire chiaramente i tuoi obiettivi, non solo positivi: anche un obiettivo negativo può risultare efficace, poiché ti consenta di comprendere “in anteprima” cosa potrebbe andare storto lungo la strada, permettendoti di utilizzare il fallimento a tuo vantaggio ed essere già preparato ai problemi che potrebbero incombere.
  • Sii più ottimista e riflessivo: se sei immerso in un periodo “no” e non sai come uscirne, resisti alle reazioni dettate dall'istinto e prendi in considerazione soltanto i pensieri razionali e sensati. Non immergerti da subito in una spirale di angoscia e negatività ma fermati e rifletti con cognizione di causa. Sappiamo che non si tratta di un'impresa facile, per questo è necessario allenarsi alle incognite della vita pretendendo il meglio da sé stessi.
  • Impara a fallire: il fallimento fa parte della vita ed è anche un presupposto per il successo. Sembra insensato ma è così: più fallimenti ci sono e più successi si ottengono, fermo restando che siate capaci di trasformare la negatività in forza per continuare la scalata. Se la tua vita procede senza alcun tipo di intoppo, significa che i tuoi obiettivi potrebbero non essere abbastanza ambiziosi o che sei bloccato nella tua comfort zone per la troppa paura di sbagliare.
  • Diventa amico dei tuoi insuccessi: inutile farsi abbattere dalle sconfitte, questo non servirà a raggiungere i tuoi traguardi. Prendile come tappe necessarie per avere successo ed evita di fermarti a pensare “non posso”, “è impossibile”, “è troppo difficile”, ma trasforma il tutto in frasi positive ripetendole ogni giorno per allenarti a essere più coraggioso e produttivo.

Leggi anche: “5 consigli utili per trovare lavoro nel post covid-19

 

Voi come vivete i fallimenti? Vi fate sopraffare dai pensieri negativi o li utilizzate come presupposto per essere ancora più tenaci nel perseguire i vostri obiettivi?

 

Inoltre, se sei alla ricerca di una nuova opportunità di lavoro, AppLavoro può essere la soluzione più adatta per ritrovare la grinta e la determinazione che potrebbero essersi smarrite in questi ultimi mesi, o anni. Iscriviti al portale in modo semplice e gratuito, crea il tuo curriculum vitae online e candidati alle centinaia di offerte di lavoro presenti nel sito. Potrai anche realizzare una breve video presentazione per mettere in mostra le tue più grandi potenzialità.

 

Per approfondire: “I fallimenti più famosi e incredibili che hanno portato poi al successo – seconda parte



LinkedIn
Whatsapp
LASCIA UN COMMENTO
Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità alle vigenti norme sulla privacy. Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy
INVIA COMMENTO