Registrati subito per non perdere nuove offerte di lavoro!
REGISTRATI
Blog e News

L'importanza delle soft skills: cosa sono e quali sono le più richieste nei colloqui di lavoro

LUNEDÌ 16 NOVEMBRE 2020 | Lascia un commento
Foto L'importanza delle soft skills: cosa sono e quali sono le più richieste nei colloqui di lavoro
Scritto da Stefania Pili

Le aziende, al giorno d'oggi, danno sempre più importanza alle soft skills nella ricerca del candidato perfetto da assumere. Le soft skills sono le abilità che i selezionatori valutano maggiormente: saperle acquisire e sfruttare al momento giusto determina, molto spesso, la buona riuscita di un colloquio di lavoro e la possibile assunzione.

In generale, si tratta di competenze non specifiche rispetto a un ruolo, caratteristiche della personalità come qualità e atteggiamenti individuali, abilità sociali, comunicative e gestionali. Rispetto alle cosiddette hard skills, le capacità tecniche e di amministrazione relative a una professione, le soft skills ne risultano comunque complementari.

Una recente ricerca, finanziata dal programma Erasmus Plus dell’Unione Europea, ha mostrato, attraverso un sondaggio su 77 enti e aziende, quali sono le soft skills più richieste dai recruiters di sei Paesi europei (inclusa l'Italia). Ma prima di scoprirle, andiamo ad approfondire il concetto di soft skills.

 

Leggi anche: “5 consigli per sfruttare il lockdown in modo utile e produttivo per chi cerca lavoro

Cosa sono le soft skills?

Secondo l'indagine VHSM, ricerca transazionale sulle richieste del mercato del lavoro, le soft skills sono “un insieme di abilità e saperi non tecnici che sostengono una partecipazione efficace sul lavoro. Non sono specifiche rispetto al tipo di lavoro e sono fortemente connesse alle qualità e agli atteggiamenti personali (fiducia, disciplina, autogestione...), alle abilità sociali (comunicazione, lavoro in gruppo, gestione delle emozioni...) e gestionali (gestione del tempo, risoluzione di problemi, pensiero critico...). Per la loro intangibilità, alcune di queste capacità sono difficili da quantificare, riconoscere, valutare e sviluppare”.

Una serie di caratteristiche personali innate e acquisite, atteggiamenti, conoscenze e abilità che consentono una prestazione lavorativa di alta qualità. Esse si dividono in:

  • caratteristiche personali: rappresentano le qualità di un individuo (fisiche e mentali) e i suoi talenti, che variano da persona a persona. L’acquisizione di conoscenze, nuove capacità e nuovi atteggiamenti comportamentali possono rafforzarle; 

  • atteggiamenti: sono una predisposizione stabile e a lunga durata di risposta a stimoli interni ed esterni. Si fondano sulle convinzioni personali (aspetto cognitivo), sulle sensazioni ed emozioni (aspetto emozionale) e sulle intenzioni e motivazioni (aspetto conativo);

  • conoscenza: è l’insieme di informazioni acquisite da un individuo tramite l’apprendimento e l’esperienza (lavorativa e personale). È influenzata dal contesto e dalla cultura del gruppo di appartenenza. Si divide in conoscenza dichiarativa (know-that) e procedurale (know-how);

  • capacità o abilità (skill): rappresentano l’abilità di agire a livello cognitivo e a livello pratico, sono di fatto saperi in uso e possono essere considerate il risultato di apprendimenti, conoscenze, atteggiamenti ed esperienze. Rappresentano una modalità di comportamento acquisito che è influenzato da fattori motivazionali interni ed esterni e che può essere legato a talenti innati e caratteristiche della persona.

 

Per approfondire: “Hobby e interessi nel curriculum vitae; cosa inserire e cosa evitare per trovare lavoro

Quali sono le soft skills più richieste?

Le soft skills permettono di mantenere alto il livello di occupabilità delle persone, poiché si tratta di capacità che un individuo utilizza per interagire con l’ambiente sociale e fisico, gestendo informazioni e interpretando dati. Oggi le aziende sono alla ricerca di profili in grado di svolgere i compiti assegnati in un certo modo, meglio degli altri, secondo il proprio stile personale. È proprio questo che rende unico ciascun individuo, a prescindere dalle conoscenze e dalle qualifiche che possiede (hard skills).

L'indagine condotta da Erasmus Plus distingue le capacità in base al grado di significatività:

  • se la soft skill è ritenuta “fondamentale” (*****) dal recruiter - se non la si possiede, non si viene assunti;

  • se l’abilità è “importante” (****) - il candidato è tanto più apprezzato quanto più dimostra di possederla;

  • se è “abbastanza importante” (***) - non è necessario avere la skill per essere assunti perché questa può essere acquisita durante il lavoro. Dimostrarla al colloquio, però, è un vantaggio rispetto agli altri concorrenti.

I responsabili della ricerca hanno anche domandato agli intervistati quanto fosse facile (*) o difficile (****) trovare candidati con una determinata capacità: se una skill è considerata difficile da scoprire sul mercato del lavoro (mdl), significa che pochi hanno quella qualità. Ecco quindi le soft skills più richieste durante i colloqui di lavoro:

 

Problem solving: significatività ***** - reperimento sul mdl ****

La capacità di comprendere e analizzare una difficoltà e trovare la soluzione migliore. Permette di affrontare tutti i tipi di problemi sul lavoro, dal più banale al più serio. Occorre mostrare un atteggiamento propositivo e orientato alle soluzioni, evitando di lamentarsi o di chiedere cosa fare di fronte a una perplessità.

 

Flessibilità: significatività *** - reperimento sul mdl *****

Permette di adattarsi facilmente al contesto lavorativo, affrontando possibili novità e dando il meglio da sé stessi. Significa rinnovarsi ed essere in grado di comportarsi nel modo più adeguato, e di svolgere il proprio lavoro con la stessa abilità e capacità, fondamentale in una società che cambia costantemente. In questo modo, l'azienda può trovare più risorse in uno stesso collaboratore.

 

Lavorare in team: significatività ***** - reperimento sul mdl **

La capacità di relazionarsi con gli altri, legata alle abilità relazionali di una persona. Lavorare in un gruppo significa condividere risorse sapendo esprimersi, ascoltare e costruire rapporti. Alla base vi sono soprattutto empatia e orientamento al cliente nella comunicazione esterna, e abilità di mantenere un ambiente lavorativo sano e privo di tensioni. La coordinazione con gli altri e la sinergia sono considerati fondamentali per emergere a livello professionale.

Motivazione: significatività *** - reperimento sul mdl ****

L'impegno nel lavoro ma anche la capacità di svolgere le proprie mansioni con passione e qualità. Non solo, la motivazione implica anche stimolare gli altri. Si tratta di una competenza non fondamentale per l'azienda ma che, se manca, fa peggiorare nettamente le sue performance. Il rischio è che possa esserci parecchia motivazione quando si comincia un nuovo percorso ma che poi diminuisca con il tempo, portando a un crollo della produttività. Per poterla dimostrare, è necessario scrivere una lettera di presentazione efficace e mostrarsi molto determinati durante il colloquio.

 

Creatività: significatività *** - reperimento sul mdl ****

Pensare fuori dagli schemi, reinventarsi il più possibile e proporre cambiamenti. Un'abilità che fa la differenza in un periodo di profonda difficoltà come questo. Essere creativi significa anche avere coraggio e sfruttare il pensiero laterale per offrire il proprio punto di vista non convenzionale per modificare vecchie strutture aziendali. Si tratta di una capacità sempre più richiesta.

 

Gestione del tempo: significatività ***** - reperimento sul mdl **

Si tratta principalmente di essere puntuali, di identificare gli obiettivi, di pianificarli e raggiungerli in modo efficace, organizzare le attività in azienda, gestire le scadenze e conquistare risultati nel minor tempo possibile, senza compromettere la qualità del lavoro. Non solo, gestire il tempo significa anche reggere bene lo stress senza perdere il controllo neanche nelle situazioni più complicate, utilizzando i momenti di calma relativa in modo proficuo.

 

Consulta anche: “Hai perso il lavoro? Rialzati e combatti per un nuovo inizio
 

Pensi di possedere queste soft skills per far colpo sulle aziende? Allora preparati in modo efficace e trova il lavoro dei tuoi sogni grazie alle tue migliori qualità. Per maggiori informazioni visita il sito AppLavoro.it e la sezione dedicata alle centinaia di offerte di lavoro in Italia.

 

Ti potrebbe interessare anche: “5 consigli utili di Michael Page per affrontare un colloquio di lavoro in remoto



LinkedIn
Whatsapp
LASCIA UN COMMENTO
Acconsento al trattamento dei miei dati personali in conformità alle vigenti norme sulla privacy. Dichiaro di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy
INVIA COMMENTO